Le donne più mature vogliono vincere i segni del tempo e contrastare le prime rughe, si sa. Mentre le ragazze invece, sognano una pelle da copertina e desiderano delle belle labbra carnose senza ricorrere ai filtri di correzione. Magari alcune stanno valutando un trattamento al filler e si chiedono come funziona.

Una cosa è certa. La stragrande maggioranza di queste donne hanno qualcosa in comune: la paura del bisturi. Tutte queste donne desiderano risultati soddisfacenti senza però dover ricorrere ad interventi estetici invasivi e dolorosi.

Se vi siete riviste in una di queste categorie, esiste la soluzione più adatta a voi. Il filler.

I filler vanno a riempire le aree del viso che hanno perso tonicità.  

Principalmente i filler vengono utilizzati con l’obiettivo di levigare le rughe e dare un aspetto il più possibile naturale, dal risultato armonioso su zigomi, labbra, mento e fronte.

I filler vanno a riempire le aree del viso che hanno perso tonicità.  

Principalmente i filler vengono utilizzati con l’obiettivo di levigare le rughe e dare un aspetto il più possibile naturale, dal risultato armonioso su zigomi, labbra, mento e fronte.

TRATTAMENTO CON FILLER: COME FUNZIONA?

I filler, con l’utilizzo di siringhe con aghi molto sottili, vengono introdotti nel tessuto sottocutaneo e/o nel derma. Anche se non si tratta di un intervento invasivo (non è necessaria l’anestesia), resta comunque un’operazione delicata che può essere eseguita esclusivamente da medici specialisti.

Quanti tipi di filler esistono?

Esistono vari tipi di filler e possono essere classificati in diversi tipi di filler:

  • biologici o riassorbibili;
  • parzialmente sintetici o semipermanenti;
  • Filler sintetici o permanenti.

I filler biologici o riassorbibili (detti anche “filler di superficie”) con effetto temporaneo, perché riassorbibili dalla pelle.

FILLER BIOLOGICI O ASSORBIBILI Quanto durano? Hanno controindicazioni?

La durata del risultato del trattamento dipende dal tipo di filler e da altre condizioni.

Generalmente gli effetti di questi filler durano dai tre ai dieci mesi, ma molto dipende da altri fattori soggettivi come lo stile di vita e le abitudini del paziente, specie in riferimento a vizi di maggior incidenza come fumo e alcol. Anche stress, troppo sole e una vita sregolata possono intaccare e diminuire la durata degli effetti del filler.

L’effetto dei filler biologici o assorbibili è un risultato temporaneo che può variare da persona a persona, ma che a grandi linee può andare dai 3 ai 12 mesi.

Anche se alcuni potrebbero considerare questa durata come uno svantaggio, in realtà questi filler biologici sono i più utilizzati perché hanno molti vantaggi:

  • Buona tollerabilità
  • Di solito non creano problemi di sensibilizzazione
  • Effetto naturale
  • Zero tempi di recupero

FILLER SEMIPERMANENTI: QUANTO DURA L’EFFETTO?

Anche la durata degli effetti dei filler semipermanenti è soggettiva, ma di solito dai tre anni e spesso anche oltre.  Come per i filler biologici, anche questi filler semipermanenti vengono riassorbiti dalla pelle, sicuramente molto più lentamente. Per questo motivo l’effetto del trattamento ha una durata maggiore.

L’utilizzo dei filler semipermanenti e riassorbibili è indicato soprattutto su rughe meno profonde e per dare volume a labbra e accentuare gli zigomi in modo naturale.

Questa tipologia di filler possono essere a base di acido ialuronico, collagene o gel di agarosio. Una maggiore attenzione va mostrata però per questi filler semipermanenti perchè contengono particolari e complesse sostanze (come ad esempio le microsfere di idrossiapatite di calcio, l’acido polilattico, il collagene associato a polimetilmetacrilato, oppure l’acido ialuronico associato a un idrogel acrilico).

Si ricorre all’impiego dei filler semipermanenti specialmente al fine di levigare le rughe più accentuate e per donare più volume a zigomi, labbra e mento.

A differenza dei filler biologici, questi composti presentano un rischio maggiore di reazioni allergiche.