La terapia a ultrasuoni conosciuta anche come ultrasuonoterapia è una forma di trattamento comune della fisioterapia che utilizza le onde sonore con frequenza superiore alla nostra soglia di udito.

Questa terapia termica meccanica, attraverso la penetrazione delle onde sonore, è capace di ottenere particolari benefici e si dimostrata molto efficace perchè si basa su un’azione di massaggio cellulare ed intercellulare ad alta frequenza. I tessuti irradiati con ultrasuoni entrano a loro volta in vibrazione, con conseguente dispendio energetico e produzione di calore: da questo effetto deriva quello curativo.

Concentrandosi sui risultati, possiamo semplicemente dire che la terapia a ultrasuoni ha un’azione terapeutica analgesica, antiflogistica, fibrolitica, decontratturante muscolare e di stimolo metabolico circolatorio. Come accennato, questo trattamento è molto usato in fisioterapia e quello a contatto diretto rappresenta il metodo d’applicazione più diffuso.

Terapia a ultrasuoni: come funziona una seduta?

Sia nella zona da trattare che sulla testina dell’apparecchio per la ultrasuoniterapia applichamo un gel conduttivo fondamentale per trasmettere in modo ottimale le vibrazioni sonore. La testina viene spostata molto lentamente e in modo rotatorio, l’essenziale è che rimanga sempre a contatto con la pelle del paziente.

Quanto dura una seduta di terapia a ultrasuoni?

La durata di una seduta di ultrasuoni può variare dai 10 ai 20 minuti circa.
Grazie al suo potente effetto analgesico, la terapia a ultrasuoni è molto frequentemente utilizzata allo scopo di ridurre il dolore ai legamenti come al ginocchio o alla caviglia o per trattare e guarire delle lesioni muscolari.

Per cosa serve la terapia a ultrasuoni e quali sono i benefici?

I più comuni disturbi trattati attraverso la terapia a ultrasuoni sono:

  • Nevrite;
  • Sciatalgia;
  • Lesioni muscolari;
  • Contratture;

e molto altro. Per ulteriori informazioni siamo disponibili ai nostri recapiti.

I benefici del trattamento con l’ultrasuonoterapia

I benefici della terapia a ultrasuoni sono molteplici e oramai garantiti dalla conoscenza del metodo e dall’esperienza del nostro team. Tra i benefici troviamo:

  • Effetto analgesico;
  • Effetto decontratturante per i muscoli;
  • Effetto anti-infiammatorio;
  • Stimolo del metabolismo.

La terapia a ultrasuoni è molto diffusa tra gli sportivi, ma risulta utile per tutti.

Effetti collaterali e controindicazioni della terapia a ultrasuoni

Come tutti i trattamenti, ci sono casi in cui non è possibile consigliare l’ultrasuonoterapia.
Sicuramente gli ultrasuoni non possono essere utilizzati sulla zona cardiaca, sulla regione cefalica e sull’area dei genitale (come testicoli e ovaie), che possono venire danneggiati. Particolare attenzione si rivolge anche alle aree che interessano il rachide (la colonna vertebrale) di pazienti con esiti di laminectomia, per possibili danni al midollo spinale. 

Effetti collaterali dell’ultrasuoni terapia: come proteggersi? 

Sicuramente vorrai farti seguire e consigliare da un professionista durante tutto il trattamento.

Anche se i moderni apparecchi elettromedicali per l’ultrasuonoterapia sono portatili, non si può e non si deve fare in autonomia e senza il controllo di un professionista che si occupi personalmente delle applicazioni.
Generalmente, gli ultrasuoni non vanno mai applicati in caso di:

  • Presenza di pacemaker;
  • Arteriopatie obliteranti;
  • Presenza di protesi articolari;
  • Presenza di frammenti metallici;
  • Gravidanza;
  • Osteoporosi ad alto turnover;
  • Vene varicose;
  • Flebiti e tromboflebiti;
  • Emorragie.